Illuminazione LED: un caso studio

Illuminazione LED: un caso studio

L'autore della fotografia Colin Watkinson svela come ha illuminato una delle scene chiave della serie TV THE HANDMAID’S TALE, utilizzando SkyPanel e Serie L.

Lavorando con la regista e autrice della fotografia Reed Morano (ASC), Colin Watkinson ha sviluppato il look per il nuovo adattamento in 10 parti del classico distopico di Margaret Atwood, THE HANDMAID'S TALE. Al fine di realizzare cambiamenti impercettibili e frequenti nel colore e nell'intensità, Watkinson ha scelto illuminatori altamente personalizzabili delle gamme SkyPanel e Serie L. Qui spiega l'uso che ne ha fatto in una scena molto particolare.

Raccontaci questa scena e di cosa avevi bisogno per illuminarla.

Ci troviamo in una camera da letto, dove l'ancella Offred è soggetta a un rituale per il concepimento chiamato "la cerimonia" da parte di un personaggio detto il Comandante, la cui moglie è presente a sua volta. La scena mette a disagio, è sgradevole, perciò volevamo trasmettere queste stesse sensazioni. Essendo notte, l'illuminazione sottostava innanzitutto a motivazioni di carattere pratico, ma abbiamo anche deciso di tenere aperte le tende principali delle finestre, lasciando entrare solo un filo di luce e colore attraverso le tendine più leggere, così da dare l'idea di una realtà esterna e di profondità.

Grazie a SkyPanel sono stato in grado di abbassare la luce e aggiungere piccoli tocchi di blu.

Che illuminatori hai utilizzato per la luce proveniente dalle finestre?

Erano SkyPanel. Inizialmente ne utilizzavamo il riflesso, così da avere anche le ombre del fogliame all'esterno, ma con il procedere della serie, andando verso l'inverno, abbiamo puntato gli SkyPanel direttamente sulle finestre. Si trovavano tutti lì dietro su una pedana, quindi potevamo aggiustarne i colori e l'intensità molto facilmente. Questo è quello che adoro di SkyPanel, perché non mi piace che l'illuminazione rimanga sempre la stessa. Mi piace cambiare le cose ogni volta un pò, in questo modo la stanza sembra leggermente diversa ogni volta che ci si entra. Penso si avvicini di più alla realtà ed è molto più semplice ottenere questo effetto con il LED.

Avevamo anche quattro SkyPanel diffusi sul meraviglioso soffitto curvo della stanza, che avevo diviso in quattro sezioni di cui potevo spegnere e accendere i singoli segmenti. Grazie a SkyPanel sono stato in grado di abbassare la luce e aggiungere piccoli tocchi di blu. È quasi impercettibile, ma c'è, crea un'atmosfera che va al di là delle luci domestiche.

Quali altri vantaggi ha lavorare con SkyPanel?

Sono facilmente manovrabili, non era un problema chiedere al mio gaffer Jonathan Gaudet di spostarli la sera prima di girare. Non avendo teli e altre componenti, permettono di lavorare molto più rapidamente di altre space light. Una volta fatto il cablaggio basta decidere dove puntarli, dato che sono estremamente direzionali e versatili. Ci sono poi anche considerazioni relative alla potenza, in cui non sono coinvolto personalmente, ma che ci hanno permesso di risparmiare denaro. Il medesimo discorso vale per gli illuminatori della Serie L, che possono essere alimentati direttamente dalle prese elettriche domestiche. Jonathan non aveva mai lavorato prima con i LED ARRI, ma se ne è fatto carico e ha istruito anche i suoi ragazzi. Alla fine li adorava, ora vorrebbe usarli il più possibile nei lavori futuri.

La Serie L mi ha permesso di giocare coi colori e vederne immediatamente i risultati.

Come avete utilizzato le luci della Serie L in questa scena?

Il Comandante è stato illuminato con due L10 riflessi attraverso un 4x4 grigiastro. Abbiamo usato raramente il bianco, perché avrebbe riflesso la luce in maniera eccessiva, così abbiamo optato per un bounce più smorzato. Successivamente l'ho bilanciato in modo da ottenere la giusta separazione dallo sfondo e ho aggiustato il colore in modo da avere esattamente l'effetto voluto sul suo volto. Ripeto, ci sarebbe voluto molto più tempo con un tungsteno. La Serie L mi ha permesso di giocare coi colori e vederne immediatamente i risultati.

Illuminare con i LED aiuta quando si hanno luci visibili di scena?

Assolutamente sì. Significa non doversi preoccupare delle luci di scena, perché si ha un asso nella manica potentissimo per bilanciare tutto il resto della composizione. Ci si può adattare e si può sperimentare in modo rapido ed economico senza perdere tempo o sprecare gelatine. Con i LED ARRI posso andare ovunque, posso passare dalla notte al giorno in pochi minuti e questo è un enorme vantaggio. La velocità è semplicemente fenomenale.