I vincitori di Cannes 2017 scelgono ARRI

I vincitori di Cannes 2017 scelgono ARRI

La maggior parte dei film vincitori dei premi in palio alla settantesima edizione del Festival di Cannes è stata girata con macchine da presa ARRI.

Su 19 lungometraggi in corsa per la Palma d'Oro al Festival di Cannes 2017, 16 sono stati girati con cineprese ARRI e più di metà di questi utilizzando ALEXA. Tutti tranne quattro dei 18 film selezionati invece per la rassegna "Un Certain Regard" hanno scelto macchine della famiglia ALEXA. Grande popolarità fra gli autori della fotografia a Cannes è stata riconosciuta non solo alle macchine da presa digitali, ma anche alle leggendarie cineprese a pellicola di casa ARRI. Al Festival, infatti, sono stati proiettati molteplici film girati con cineprese analogiche ARRI, sia nell'ambito della selezione per la Palma d'Oro, che in quella della Quinzaine des Réalisateurs e della Settimana della Critica.

Il premio più ambito, la Palma d'Oro, è stato vinto dal regista svedese Ruben Östlund per il film THE SQUARE, lungometraggio che chiama in causa temi quali la mascolinità, la moralità e l'intolleranza della classe media. Il direttore della fotografia, Fredrik Wenzel, ha girato il film utilizzando ALEXA XT e ottiche ARRI Master Prime.

Fredrik Wenzel, DP di THE SQUARE, sul set. Il film ha vinto la Palma d'Oro, maggiore riconoscimento del Festival di Cannes.

Nella rassegna principale del festival, anche il premio Grand Prix e il Premio della Giuria sono andati a film girati con macchine da presa ARRI. Jeanne Lapoirie (AFC), direttore della fotografia del film 120 BATTEMENTS PAR MINUTE, a cui è andato il premio Grand Prix, ha scelto ALEXA Mini e ottiche Ultra Prime. LOVELESS, vincitore del Premio della Giuria, invece, è stato girato utilizzando ALEXA XT e ALEXA Mini. Il DP del film, Mikhail Krichman (RGC), ha sfruttato ampiamente anche le possibilità date dagli illuminatori SkyPanel durante le riprese del film. Il premio Miglior Attore è stato vinto da Joaquin Phoenix per la sua interpretazione in YOU WERE NEVER REALLY HERE, film girato in ALEXA che si è aggiudicato anche il premio per la miglior sceneggiatura. Diane Kruger è stata invece insignita del premio Miglior Attrice per il lavoro portato avanti nel film IN THE FADE, del regista Fatih Akin, girato dal DP Rainer Klausmann (BVK/SCS) in ALEXA.

Mikhail Krichman, RGC, DP di LOVELESS, al Festival di Cannes.

Ad aggiudicarsi il premio "Un Certain Regard" è stato LERD, film di Mohammad Rasoulof. Girando con ALEXA Mini, l'autore della fotografia Ashkan Ashkani ha scelto ottiche ARRI Ultra Prime e zoom Alura. Tra gli altri film girati con ALEXA Mini nella stessa categoria: WIND RIVER (Miglior regia), FORTUNATA (Miglior attrice), JEUNE FEMME (Camera d’Or), APRES LA GUERRE (con la regia di Annarita Zambrano). Tra i film italiani presentati a Cannes che hanno scelto di girare utilizzando la tecnologia ARRI spiccano anche: A CIAMBRA (Jonas Carpignano, DP Tim Curtin), CUORI PURI (Roberto de Paolis, DP Claudio Cofrancesco), L'INTRUSA (Leonardo di Costanzo, DP Hélène Louvart).

La Quinzaine des Réalisateurs, di cui ARRI è sponsor ogni anno con un cocktail in riva al mare, ha assegnato il premio Art Cinema Award a THE RIDER, della regista Chloé Zhao, girato dal DP Joshua James Richards con ALEXA Mini e ottiche Ultra prime.

La Palma d'Oro per il miglior cortometraggio, premio più ambito della rispettiva categoria, è andata al corto A GENTLE NIGHT di Qiu Yang, girato da Constanze Schmitt utilizzando ALEXA Mini e Master Prime.

ARRI impressions, Cannes 2017

Durante il Festival del Cinema di Cannes ARRI ha tenuto due eventi per intensificare le relazioni con i filmmaker.


ARRI si congratula con tutti i partecipanti e con tutti i vincitori protagonisti del Festival di Cannes 2017. Per la lista completa dei premiati, si visiti il sito ufficiale del Festival di Cannes.

Immagini: © Bronx (Paris). Foto: Claudia Cardinale © Archivio Cameraphoto Epoche/Getty Images (1), Tobias Henriksson (1), ARRI (1)