ARRI si congratula con i vincitori di Venezia

ARRI si congratula con i vincitori di Venezia

Il Festival del Cinema di Venezia non è solo il più antico, ma è anche uno dei più prestigiosi festival cinematografici al mondo. Come negli anni passati, ARRI era presente al Lido per la 75esima Biennale Cinema, oltre a trovarsi dietro le quinte per la maggior parte dei film premiati al festival.

La cerimonia di premiazione della 75. edizione del Festival del Cinema di Venezia si è tenuta il giorno 8 settembre; un evento seguito da molti, in quanto generalmente è un buon indicatore di successo per gli Oscar che verranno presentati nella prossima primavera. Nel 2018, 16 dei 21 lungometraggi selezionati nella categoria in concorso Venezia 75, sono stati girati con camere ARRI, 11 con camere digitali ARRI e 5 con camere ARRI da 35mm.

Alfonso Cuarón accepts the Golden Lion for ROMA.

A Venezia, il Leone D’Oro è stato assegnato ad Alfonso Cuarón per il suo film ROMA. Cuarón è stato sia regista che direttore della fotografia, ed ha scelto di girare con ALEXA 65 ed ottiche Prime 65, entrambe disponibili esclusivamente da ARRI Rental. ROMA verrà distribuito da Netflix nel corso dell’anno.  Il Leone D’argento – Gran Premio della Giuria va al regista Yorgos Lanthimos per THE FAVOURITE; film girato con ARRICAM dal direttore della fotografia Robbie Ryan BSC, ISC. Il regista francese Jacques Audiard è stato premiato con il Leone d’Argento – Miglior Regia per il suo film THE SISTERS BROTHERS, per Audiard è il primo film girato con ALEXA SXT. Sempre per questo stesso, DoP Benoit Debie SBC ha scelto come seconda camera ALEXA Mini.

Il Premio per la miglior sceneggiatura è stato consegnato a Ethan e Joel Coen per il loro film THE BALLAD OF BUSTER SCRUGGS. Il film, prodotto da Netflix, è stato per i fratelli Cohen il primo progetto realizzato con ripresa digitale, abilmente girato con ARRI ALEXA da Bruno Delbonnel AFC, ASC. Un altro premio straordinario nella categoria in concorso, Premio Speciale della Giuria, è stato consegnato a Jennifer Kent per il film THE NIGHTINGALE. DoP Radek LKadczuk, PSC ha realizzato il film scegliendo ARRI ALEXA XT e ALEXA Mini.

Sempre a Venezia, ARRI ha mostrato particolare interesse e coinvolgimento in un certo numero di film che sono stati presentati in anteprima durante l’evento di quest’anno. Nella categoria premi collaterali, WERK OHNE AUTOR (OPERA SENZA AUTORE) by Florian Henckel von Donnersmarck è stato premiato con il Leoncino D’Oro, premio che viene consegnato da una giuria di giovani studenti.  OPERA SENZA AUTORE è stato girato con ALEXA SXT, ottiche Master Prime, illuminatori e grip forniti da ARRI Rental, mentre ARRI Media è stata responsabile della postproduzione di immagini e suoni. ARRI ha anche supportato il progetto in qualità di sponsor.
Inoltre, tra i film in concorso, AQUARELA è stato girato con materiale fornito da ARRI Rental, mentre immagini e suoni sono stati curati da ARRI Media. Per VOX LUX di Brady Corbet, girato dal DoP Lol Crawley, BSC con ARRICAM, il materiale è stato fornito da ARRI Rental. Il film italiano SULLA MIA PELLE di Alessio Cremonini, un progetto finanziato da Netflix e girato dal direttore della fotografia Matteo Cocco con ALEXA in Super 16 mode, si è aggiudicato diversi premi collaterali al festival. Questo film ha attirato  grande attenzione in Italia poiché si basa su una storia vera, dietro uno dei più controversi casi giudiziari italiani degli ultimi anni.
 
Per decenni ARRI ha instaurato relazioni con professionisti del settore provenienti da tutto il mondo. Durante il festival, ARRI ha avuto l’opportunità di discutere con un certo numero di registi e direttori della fotografia riguardo i loro progetti attuali. Nella categoria dei film in concorso, WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD’S ON FIRE, è stato supportato da ARRI International Support Program, il service è stato curato da ARRI Rental e la postproduzione da ARRI Media. Questo film è stato premiato con la Segnalazione Cinema per UNICEF. Il regista Roberto Minervini ha raccontato ad ARRI lu sua esperienza sul film. “Ho lottato per anni per trovare il giusto mezzo… Abbiamo trovato alla fine questa partnership con ARRI ed il suo programma ISP. Diego Romeno (il DoP) ci ha consigliato di testare AMIRA; era sicuro che sarebbe servita alle finalità del nostro film”.  Ha aggiunto: “AMIRA ci ha dato qualità, portabilità, durata e performance in condizioni di scarsa illuminazione.

Director Roberto Minervini speaking to ARRI about his experiences on the film WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD’S ON FIRE.

Il direttore della fotografia di WHAT YOU GONNA DO WHEN THE WORLD’S ON FIRE, Diego Romero, ha dichiarato “Utilizzare ARRI AMIRA per questo film è stata la decisione migliore che abbia mai preso nella mia carriera di direttore della fotografia. Sapevo che la pellicola presente sul mercato non sarebbe stata in grado di fornire i risultati ottenuti con AMIRA”. Romero prosegue, “Dato che stavamo girando a mano, l'AMIRA ci ha permesso di riprendere a lungo. La leggerezza della camera, la sua ergonomia (si adatta incredibilmente bene alla spalla), gli ND integrati (che ci permisero di lavorare molto velocemente) e la qualità del sensore, sono elementi unici che non si possono trovare in nessun'altra camera al giorno d'oggi"

DP Giovanni Macedonio, studente del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, ha raccontato apertamente del suo cortometraggio “STORIA TRISTE DI UN PUGILE SCEMO”, in concorso nella categoria I Love GAI (Giovani Autori Italiani). "Credo che sia essenziale per gli studenti avere accesso alle attrezzature che vengono utilizzate nelle produzioni professioniste, per poter apprendere e sperimentare in condizioni di vita reale". Ha aggiunto "Questo film era un progetto scolastico con un budget veramente basso, è stato girato interamente con le luci disponibili e presenti sulla scena. Non avrei potuto realizzarlo in questo modo, con questo tipo di luce, senza l'ALEXA"

DP Giovanni Macedonio, spoke candidly about his short film THE LOONY BOXER, an entry in the I Love GAI section of the competition.

Il film MAFAK (SCREWDRIVER), è stato girato dal DoP David McFarland nel West Bank, Palestina, con ALEXA Mini ed ha fatto il proprio debutto nella selezione ufficiale della categoria Venice Day. McFarland ha raccontato ad ARRI la sua esperienza: E' stato difficile realizzare questo film e finanziariamente dovevamo essere scaltri sulla decisione da prendere. Non avevamo una camera di backup, e sono rimasto colpito dal fatto che non abbiamo mai avuto problemi. Mi ha aiutato molto non aver nulla di cui preoccuparmi, e mi ha permesso di essere molto più creativo"

ARRI desidera congratularsi con tutti i partecipanti e vincitori di Venezia 2018.

Per consultare la lista completa di tutti i vincitori, visita il sito ufficiale di La Biennale di Venezia.

Photos: ASAC (2), ARRI (2)